Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

La Riserva dello Stagnone. Lungo la via del sale

La Riserva dello Stagnone. Lungo la via del sale

Appena fuori Marsala, lungo la strada litoranea in direzione di Trapani, si incontrano le saline con i mulini a vento, e la laguna dello Stagnone.
E’ questa la “Via del sale”, che attraversa la riserva naturale orientata dello Stagnone. I bassi e caldi fondali ospitano molte specie di pesci, molluschi e crostacei, ed una ricchissima vegetazione acquatica. Nello Stagnone, tra le saline ed i mulini a vento, trovano rifugio fenicotteri rosa, cormorani, cavalieri d’Italia. Le isole dello Stagnone (Mothia, Santa Maria, Schola, Isola Longa) sono alla base della storia di Marsala. Mothia, la principale isola dell’arcipelago, era una ricca colonia fenicia che venne distrutta da Dionisio I di Siracusa nel 400 a.C.. Gli abitanti superstiti si rifugiarono sul promontorio di Lilibeo dove fondarono il primo nucleo abitativo della città di Marsala. L’isola di Mothia ospita la villa Whitaker, con un museo che espone tutti reperti degli scavi archeologici locali, che hanno portato alla luce i resti della florida civiltà cartaginese. Gioiello del museo è il “Giovane in tunica”, una statua di marmo risalente a 2500 anni fa.
Le Saline e l’industria del sale a Marsala risalgono al XV secolo.
L’ambiente naturale dello Stagnone risulta ideale per questo tipo di produzione, riparato come è dalle correnti marine ed esposto alle alte temperature della lunga estate siciliana. Una tecnica antica, dunque, quella che ancora oggi viene seguita lasciando che l’acqua marina passando di vasca in vasca evapori trattenendo la sua densità salina. Passaggi che avvengono per mezzo di spirali, azionate, fino a non molto tempo fa, dai mulini a vento che ancora oggi rendono il paesaggio delle saline del tutto originale e particolarmente suggestivo. Dopo il passaggio dall’ultima vasca il sale, che si è cristallizzato, viene raccolto in grandi cumuli coperti di tegole per proteggerli
dalle intemperie, per venire poi depurato e raffinato.
Il sale dello Stagnone risulta particolarmente adatto per l’alimentazione a causa della presenza di magnesio ed è quindi indicato per chi soffre di ipertensione e disturbi cardiovascolari.