Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Le mille meraviglie di Selinunte

Le mille meraviglie di Selinunte

40 ettari di storia, a due passi dal mare. Il sito archeologico di Selinunte è immenso, nella sua grandezza e bellezza. E’ uno dei parchi archeologici più grandi al mondo. Sull’acropoli vi sono alcuni templi insieme ad altre costruzioni secondarie, mentre altri templi si trovano su di una collina poco lontana.
Molti edifici sono rovinati in seguito a sismi avvenuti in epoca medievale; tuttavia alcuni interventi di anastilosi hanno permesso di ricostruire quasi completamente il Tempio E (il cosiddetto tempio di Hera), e di rialzare in gran parte uno dei lati lunghi del Tempio C.
Le sculture trovate negli scavi di Selinunte si trovano soprattutto nel Museo Nazionale Archeologico di Palermo. Fa eccezione l’opera più famosa, l’Efebo di Selinunte, che oggi è esposto al Museo Comunale di Castelvetrano. La città di Selinunte prende il nome da Selinon, il sedano selvaggio che cresce nella zona. La sua vita fu molto breve. Appena 240 anni. Prima di essere distrutta dai cartaginesi la città contava circa 100 mila abitanti. L’area archeologica di Selinunte ricade nel Comune di Castelvetrano, a sud della Provincia di Trapani